Certificazioni, brevetti ed invenzioni

I brevetti

Sono davvero numerosi i brevetti nazionali ed europei che Astroflex può vantare: si tratta di soluzioni e apparecchi che sono stati intestati, a seconda dei casi, alla ditta o agli inventori.

Altrettanto numerose sono, poi, le certificazioni che garantiscono gli alti standard di qualità del lavoro che viene svolto tutti i giorni e dei prodotti realizzati. Tra questi c’è, per esempio, il tubo flessibile Astrolink, realizzato in acciaio inox e adoperato per i collegamenti delle reti idriche.

Il tubo flessibile Flexone, invece, è stato concepito e messo a punto per essere utilizzato per il collegamento alla rete del gas domestico: adatto per il gpl, per il butano, per il propano e per il gas naturale, tollera una pressione massima di 0.5 bar ed è prodotto nei formati da 50, 75, 100, 125, 150 e 200 centimetri.

Ancora, Astroflex ha ideato il tubo flessibile Metalgaz, il cui raggio di piegatura deve essere almeno di 2XDN: si tratta di un flessibile estensibile in linea con i requisiti contenuti nella norma UNI 11353 e adatto per il gpl, per il butano, per il propano e per il gas naturale.

Ma la nostra azienda non si occupa unicamente di tubi: basti pensare, per esempio, ad Astrojoint, i giunti di dilatazione che possono essere impiegati in tutti i casi in cui c’è bisogno di compensare degli spostamenti di lieve entità. È ciò che accade in seguito a uno sbalzo termico che ha provocato la dilatazione di un piping, ma non solo.

Questi giunti di dilatazione trovano applicazione anche per alimentare il gas in vari tipi di caldaie o nei bruciatori ad aria soffiata, tenendo conto che la soglia di pressione che non deve essere superata è di 2.5 bar.

Tanti brevetti, dunque, per tanti prodotti: vale la pena di menzionare il tubo flessibile Astrometer, che si utilizza per il collegamento di contatori gas, e gli antivibranti Vibratig, a cui si ricorre per evitare che le tubazioni risentano delle vibrazioni provenienti dal circuito generale del compressore.

Queste soluzioni sono costruite in modo tale da contenere la rumorosità, da favorire l’installazione in verticale e da equilibrare eventuali dilatazioni termiche di lieve entità.

La saldatura TIG è la procedura adoperata per le unioni tra i diversi componenti, inclusa quella tra l’acciaio inox e il rame. Non ci sono limitazioni di surriscaldamento, dal momento che Vibratig non riporta alcuna brasatura: ciò vuol dire che il prodotto può essere brasato sulle tubazioni.

Alcuni dei nostri brevetti

Contattaci

Torna su